Che fine hanno fatto i Morgan? (But: who cares?)

Prima domanda: chi sono questi Morgan? È presto detto: Maryl Paul Morgan sono una coppia di newyorkesi piuttosto in vista: lui è un importante avvocato e lei un’agente immobiliare di grande successo. Sono separati da alcuni mesi, ma non è escluso che possano tornare insieme… specialmente se il lui in questione è Hugh Grant e la sua dolce metà è Sarah Jessica Parker, il re e la regina dei tira e molla del grande e del piccolo schermo. Mentre lui cerca di riconquistarla con regali fantasiosi (e costosi) e telefonate poco dignitose, il grande deus ex machina del destino viene loro incontro in modo bizzarro: di ritorno da una cena tête-à-tête, i due diventano loro malgrado gli unici testimoni di un omicidio. Entrano così nel programma protezione testimoni e vengono spediti ai confini del mondo civilizzato in una minuscola cittadina del Wyoming tra rodei e orsi selvaggi, con vitto e alloggio pagati dallo Stato. La vacanza coatta sarà galeotta, complice una rodata coppia di campagna – interpretata da Sam Elliot, la quintessenza del cowboy, e Mary Steenburgen, sua degna compagna – che li aiuta a riscoprire le virtù matrimoniali. […]

Questa recensione è stata originariamente scritta per Cineclick e non è più disponibile nella sua forma completa.

Indicazioni terapeutiche: dato il forte contenuto di estrogeni e feromoni e la presenza di Hugh Grant si consiglia la visione ad un pubblico femminile. Il film ha un forte effetto rilassante e rassicurante e contribuisce a mantenere il naturale livello di illusione romantica. Data la leggerezza del prodotto, è possibile farne uso anche tra una passata di smalto per unghie e una maschera esfoliante. Il prodotto è controindicato in caso di: disillusione, scetticismo, cinismo oppure nei casi di alti tassi di aspettative cinefile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *