I fantastici viaggi di Gulliver

I fantastici viaggi di Gulliver
Emo-vie: il giusto stato d’animo per godersi questo film Temporaneo calo di autostima Se per qualche motivo state svalutando tutto quello che avete o non siete soddisfatti di quello che siete, vi immedesimerete in questa avventura di Jack Black nei panni di un moderno Gulliver. Un inno gioioso e a tratti nerd all’importanza di essere se stessi e avere il coraggio di seguire i propri desideri.
Indimenticabile: il gusto per il furto d’idee da parte del protagonista, che per apparire grandioso agli occhi dei lillipuziani si inventa una serie di avventure sulla falsariga di cult cinematografici come Star Wars e Titanic.

Da buttare: la banalità della sceneggiatura, del tutto prevedibile, fatta eccezione per quelle due o tre idee geniali che sono state incluse nel trailer del film.

Indicazioni terapeutiche: qualche risata a denti stretti, per trentenni in cerca del loro posto nel mondo.

Sulla carta una rivisitazione dell’opera più famosa di Jonathan Swift è un’ottima idea. Eppure…

Ho scritto questa recensione per Cinema 4 Stellecontinua a leggere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *