I Simpson -Il film: un maxi-puntatone della famiglia gialla

I SimpsonSi abbassano le luci, nella sala stracolma tutti aspettano solo Homer&Co. Dopo un numero interminabile di spot, pubblicità progresso e trailer, si sente lo squillo di tromba della 20th Century Fox, disturbato da una vocetta buffa – no, non è un bambino in sala. Poi appaiono loro, i Simpson al completo, che prendono posto davanti a uno schermo cinematografico. Con pigra sagacia Homer chiede che senso abbia pagare per vedere qualcosa che si potrebbe vedere stando comodamente a casa. Ottima osservazione: teniamola da parte.
Il film comincia sulle note soft-punk dei Green Day in versione yellow. Lisa trova l’amore in un giovane ecologista irlandese, Bart rimpiazza la carente figura paterna, Marge sopporta con pazienza la grossolanità di Homer, mentre la piccola Maggie scorazza in giardino. Tutto va bene, insomma… almeno finché il nonnino ha una potente crisi mistica con annessa preveggenza e Homer provoca un disastro ambientale di proporzioni bibliche, causando la rovina di Springfield. Ma c’è ancora tempo per rimettere tutto a posto, tra un po’ di satira politica e una bucolica notte romantica che fa il verso alla Disney. Sono la famiglia Simpson, in fondo.
Il film sui Simpson non è più scoppiettante delle puntate che avete visto in tv, non aggiunge niente alla serie, non ha effetti speciali: è una super-mega-puntatona, come quelle che andavano in televisione, ma lunga 87 minuti. È divertente, dissacrante, è la parodia dell’american way of life. Tutto questo è esattamente quello che vi aspettate. Volete ridere? Riderete dall’inizio alla fine, in una sala più che mai odorosa di pop-corn, ma ridereste anche comodamente seduti sul divano di casa, dopo l’uscita del dvd. Anzi, forse sul divano si ride meglio.
Naturalmente, andate a vederli se, come me, dopo la scuola non vedevate l’ora di arrivare a casa non per quello che c’era nel piatto, ma per quello che c’era in tivì!
Da antologia:
Marge: Lisa, sei una donna: puoi serbare rancore per sempre!
Indicazioni terapeutiche: indicato per soggetti che hanno il culto del cartone animato di Matt Groening, una sferzante dose di serotonina.

3 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *