Niente da dichiarare?

Niente da dichiarare
Il giusto stato d’animo per godersi questo film: Radical-Chi(o)cchezza Se volete andare al cinema e vedere una commedia senza troppo spessore, ma avete l’ambizione di apparire cinéphile navigati amanti della cultura e del gusto francesi, potreste andare a vedere Niente da dichiarare? che non ha niente da invidiare a certe commedie facili di produzione italica.
IndimenticabileNon è mai un buon segno quando devo pensare troppo a lungo a qualcosa da mettere in questa sezione. Non c’è bisogno di aggiungere altro, no?Da dimenticare Una certa faciloneria morale: la riduzione ai minimi termini dei caratteri e dei problemi aiuta forse a far arrivare il messaggio anche agli asini, ma non per questo lo rende anche credibile. In più, se Giù al Nord era una bella e fresca novità, ripresentare lo schema come una formula matematica non aiuta e fa cadere inevitabilmente Niente da dichiarare? nel girone pieraccionesco.

Trovate su Cinema 4 Stelle: la mia recensione di Niente da dichiarare?

2 Comments

  1. Non è certo un capolavoro ma è stato un piacere vedere la sala piena, per un film non dei Vanzina e affini… A mio parere divertente, l'ideale per staccare da una giornata di lavoro…

    Prevedo già il remake, magari ambientato a Como – confine elvetico 🙂

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *