Per sfortuna che ci sei – con la colonna sonora

Per sfortuna che ci sei

Il giusto stato d’animo per godersi questo film: Sfiga romantica [Particolarmente raccomandato al gentil sesso] Siete ormai convinte che non ci esista l’uomo giusto per voi, che le circostanze cosmiche siano in combutta per separarvi dall’uomo che amate o che Cupido si sia dimenticato dove state di casa? Insomma, credete di essere maledettamente sfortunate in amore? Per consolarvi, guardate cosa capita a Julien Monnier (un esilarante Francois-Xavier Demaison), il quale porta sfiga a tutte le donne che iniziano a frequentarlo.

Indimenticabile Ci sono due cose per cui valga la pena vedere questo film. La prima è la sequenza finale del film, in cui con una serie di scene di una comicità demenziale il protagonista si presenta e racconta i disastri e le sciagure che ha causato alle sue ex: alcune sono così esagerate che la risata si trasformerà presto in raccapriccio. La seconda è la melodiosa colonna sonora che unisce il tipico romanticismo francese a comprensibilissimi testi in lingua inglese. Ecco una lista di canzoni che dopo aver ascoltato una volta vorrete senz’altro scaricare e portare con voi:

Don’t Be Shy – AStoria feat Sonia et Felix (la mia preferita)

Bye Bye – You and You (session RendezVousCreation n°10)

Lucky day – AStoria feat Sonia et Felix

Da dimenticare Dimenticate di aver visto almeno un centinaio di commedie romantiche con la stessa identica struttura: due si trovano, poi qualcosa va storto, poi c’è un terzo incomodo, poi i due protagonisti superano tutti gli ostacoli. [Soprattutto, non cercate di ripetere lo schema nella vita reale, non funziona quasi mai. Ma questa è un’altra storia…] Dimenticate di aver visto altri film in cui l’amico sfigato si trasforma nell’amante perfetto. Dimenticate di aver visto altri film in cui una donna bellissima si innamora di un simpaticissimo scorfano. Dimenticate tutti quei film romantici che, negli ultimi anni, hanno usato l’espediente della galleria fotografica (et similia) per riassumere il passato o la vita di coppia. Insomma, dimenticate di conoscere già bene il genere, perché altrimenti sarà proprio difficile che questo film vi riservi delle sorprese.

Indicazioni terapeutiche Per chi crede che la sfiga esista e che certe persone se la portino addosso ovunque vadano.

La mia recensione su Cineclick: Per sfortuna che ci sei / La chance de ma vie.

5 Comments

  1. A me invece è piaciuto davvero tanto….peccato che non riesca a trovare e scaricare la colonna sonora che mi piace da morire!!!! Suggerimenti? 😀

    Rispondi

  2. Visto giovedi sera.
    Per essere un film francese è carino, anche se non riserva quasi nessuna sorpresa.
    Un po' esagerato il capo della protagonista, davvero troppo "checcoso".

    Rispondi

  3. Ciao Luca, ciao Francesca!
    Il capo era molto macchiettistico, ma credo fosse voluto. 🙂

    Per scaricare la colonna sonora ti do un piccolo suggerimento… non so quanto sia legale, ma se clicchi qui (http://www.vidtomp3.com/) puoi scaricare la traccia audio di qualsiasi video su YouTube, quindi anche di quelli della colonna sonora.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *