Pretty woman: voglio la favola!

Pretty woman
Vidi questo film quando avevo sette anni e mi incantai con la storia della prostituta di Hollywood Boulevard che fa innamorare di sè un miliardario. Insomma, so con chi devo prendermela, se ancora una parte di me culla il desiderio di una favola romantica. Devo ammettere che ho continuato a riguardare Pretty Woman per tutta la vita, ridendo per le gaffes e piagnucolando al monento dell’addio, fino al sospiro finale quando “lei salva lui“.
L’amore ideale: c’è un’irresistibile attrazione tra lui e lei, ma… appartengono a due mondi diversi. Entrambi sono orfani e sterili: lei perché contaminata (metaforicamente) dalla strada, lui perché ha affogato la sua anima nel cinismo spinto dall’odio verso suo padre e dalla voglia di far denaro. Entrambi hanno qualcosa da recuperare dall’amore da cui, però, fuggono: lei la femminilità e la dolcezza perdute, lui un pezzo di umanità. Bellissima, lungo l’arco del film, l’evoluzione dei personaggi. Anche se, ad essere femministe e pignole, non è esattamente un modello di emancipazione il fatto che lei ritrovi la sua eleganza femminile facendo shopping a Beverly Hills con la carta di credito di lui… Ma, come dicevamo, questa è una favola, no?
Arrivo al dunque: io non so se siate d’accordo ma sono i dialoghi a renderlo un film da sogno. Per esempio, quando lei sta andando via, lui le chiede di restare… ma lei adesso vuole di più. Questo momento è fatale: in ogni storia d’amore a un certo punto l’idillio si rompe con un “voglio di più”. Ma quanto si è disposti a spingersi oltre?
Vivianne: Senti mi hai fatto un’offerta davvero carina, e fino a qualche mese fa, nessun problema… ma ora vedi, è tutto diverso… e mi hai cambiata tu e ora tu non puoi… cambiarmi ancora. Voglio di più.
Edward: Me ne intendo del volere di più, è il mio principio ispiratore. Il problema è quanto di più.
Vivianne: Voglio la favola Edward.
Edward: No, è un rapporto irrealizzabile. È un mio dono speciale: cado sempre su rapporti irrealizzabili.
Lacrime a fiotti… ma è una commedia, quindi, ben presto arriva il lieto fine.

Indicazioni terapeutiche: studiato per favorire un aumento del livello di serotonina, produce l’effetto di corroborare le aspirazioni romantiche. In casi di grave disincanto, può essere un ottimo rimedio. Posologia: rilassatevi, non pensate a tutte le teorie femministe che avete assorbito nel corso della vostra educazione e pensate solo al naturale desiderio di amare e farsi amare, perché è tutto qui.

One Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *