Ho troppe cose per cui ringraziarti

Sono una lagna, una tritaballe, un’ansiosa-ansiogena del cazzo.
E allora? Almeno me ne accorgo da sola. Almeno ringrazio una persona che si preoccupa di placare la mia ansia. Anzi, che lo fa per natura. Una persona mi tranquillizza con gli sguardi, con i gesti, qualche volta con l’umorismo. Una persona che mi dà una mano e si comporta come se non lo facesse. Una persona che si prende il disturbo di darmi dei consigli, senza esagerare. Una persona generosa, forte, ostinata, romantica. Una persona che sa quando ho bisogno dei suoi passi accanto ai miei e quando è meglio che stia sola. Una persona con cui poter parlare per ore e con cui stare in silenzio. Una persona che mi capisce persino nelle stranezze, che mi comprende nel profondo.
Grazie Alessandro!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *