Silenzio

Ho un malessere che nasce nel fondo dello stomaco.
Provo inutilmente ad essere razionale. A misurare con l’anima. A cercare un alibi o una distrazione. Ma c’è qualche cosa che preme, da sotto. “Così non va bene” dice la voce della mia ingenua saggezza. L’intuito: che continuo a ignorare.
Resto in silenzio a guardare la distanza tra me e me.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *