BeMyApp: applicatevi per tre giorni

Arriva in Italia un evento/contest che piacerà molto a creativi, sviluppatori, start-upper, designer e geek vari.
Be my App

Un’ottima occasione per tutti quelli che si occupano di applicazioni mobile, ma anche per quelli che sono semplicemente curiosi. Si tratta di BeMyApp: vera e propria fucina di idee che si svolgerà nella forma di una serie di eventi a Bari, Milano e Roma (o Lucca): i partecipanti avranno 48 ore di tempo per creare un teamrealizzare un’applicazione e… vincere! Il format nasce a San Francisco e si è poi diffuso in Francia (Parigi, Marsiglia, Lione), Gran Bretagna (Londra) e Germania (Berlino). Oltre all’Associazione QIRIS che lo organizza e promuove in Italia, dietro all’evento ci sono sponsor internazionali del calibro di Google, Samsung, Intel, Proxima e Orange.

Come funziona Ciascun evento durerà un week-end, nel corso del quale i partecipanti poteranno le proprie idee e si metteranno in gioco e all’opera per realizzare un’applicazione per dispositivi mobili Apple, Android, Blackberry o Windows. Venerdì:

  • Presenti il tuo progetto per un’applicazione mobile.
  • Gli sviluppatori e i designer interessati si uniscono a te per formare insieme un team.
  • Negoziate le vostre rispettive quote dell’applicazione.
  • Vi rimboccate le maniche e cominciate a lavorare!

Sabato e domenica: Tu e il tuo team sviluppate e mettete in commercio il prototipo dell’applicazione. Domenica sera:

  • Il tuo team presenta il prototipo dell’applicazione.
  • I membri della Giuria selezionano l’applicazione migliore.

Registrarsi è gratis, che il contagio di idee abbia inizio! 😉

Sì, ma perché dovrei scomodarmi per lavorare con dei perfetti sconosciuti? Ovvero: perché andare a cercare soci e collaboratori in un posto dove non si conosce nessuno, piuttosto che creare un team di amici fidati e sviluppare comodamente l’applicazione nel vostro garage di casa?

  • Innanzi tutto, lo scopo di questi eventi è far incontrare persone e idee: è dall’apertura e dal confronto che nasce l’innovazione. Magari tra i partecipanti c’è la persona in grado di avere quell’intuizione originale che sarà determinante per il vostro successo, ma finché non decidete di mescolarvi e mettervi in gioco non lo saprete.
  • All’evento ci saranno anche rappresentanti di aziende patrocinanti, che potrebbero apprezzare e finanziare la vostra idea o aiutarvi a commerciarla. Insomma, sarà anche un’occasione per farvi conoscere da realtà aziendali e creare contatti professionali che potrebbero tornarvi utili, prima o poi.
  • Per le migliori applicazioni saranno messi in palio dei premi, che, nel momento in cui scrivo non sono ancora stati definiti.

Proprio mentre riflettevo su come presentare questi eventi, sono inciampata in questo video di Steve Johnson, che spiega da dove vengono le idee. Niente di nuovo se si pensa che già la filosofia e la sociologia hanno ampiamente riflettuto (googlata veloce qui, please 😉 ) sulla genesi delle idee in quanto costrutti sociali, che derivano da una moltitudine di intuizioni parziali e individuali stimolate in qualche modo dallo spirito dei tempi. Eppure, spero che le immagini e le parole convincenti del video possano essere d’ispirazione a qualcuno per abbandonare l’individualistico solipsismo e cominciare a riflettere su come usare davvero le reti.

Se invece avete già realizzato un’applicazione, allora potreste rispondere alla Call for Showcase dell’evento: lo scopo del Project Showcase, che si svolgerà parallelamente a BeMyApp, è quello di dare visibilità ad applicazioni e progetti già realizzati. Tutti i prodotti presentati durante il Project Showcase parteciperanno al marketplace boost e al social boost, due iniziative che aiuteranno i progetti a impattare in un modo coinvolgente e virale. Inoltre, i progetti migliori riceveranno premi messi in palio dagli sponsor.

Per saperne di più: BeMyApp!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *