Ancona: soddisfazioni e delusioni

AnconaDomenica sono arrivata in una città in cui il mare ha il colore del deserto. Una città lenta, fatta di storia, dove ogni vicolo si apre su un teatro, una chiesa, una piazza. Una città raccolta attorno alle sue origini antiche, ma serenamente aperta agli stranieri, ai turisti ai girovaghi. Dove la gente passeggia e non sembra curarsi del tempo. Ad Ancona sono andata per la premiazione del concorso letterario Nuove tecnologie e verità, e poi mi sono trovata a vagare e riflettere su me stessa.
Ho avurto il quarto posto in ex aequo. E sinceramente sono rimasta un po’ delusa: dall’organizazione casareccia, da un interessamento appena superficiale agli autori e alle opere. La premiazione si è svolta in fretta, senza infamia nè vera lode. E non ero soddisfatta nemmeno dal livello degli altri vincitori… ma lascio il giudizio ai miei lettori che vogliano leggere gli altri racconti su Ubiqua, io sono necessariamente di parte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.