Invisible Monsters: gli sfregi di Chuck

Invisible monstersInvisible Monsters di Chuck Palahniuk, Arnoldo Mondadori

Graffiante. Cattivo, cattivo, cattivo. Ho sempre pensato che le modelle avessero una vita molto triste, tutta basata sulla perfezione del corpo, senza bisogno di alcun particolare talento. Ecco, Palahniuk prende questa idea e ne fa un romanzo che gira bene come un film: Invisible Monsters sembra scorrere davanti agli occhi del lettore, prendere forma con un ritmo rapido e seducente e poi schiantarsi in un finale con gli effetti speciali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *