Cose belle che nessuno vi ha detto in #60mqx2

Convivenza di coppia

Un anno fa giocavo a raccontare la mia vita da single a puntate. Ero orgogliosa dell’etichetta e me ne andavo trotterellando, quando ho praticamente inciampato nella persona che me l’ha tolta. Cuoricini e cuoricini – so che li desiderate morbosamente, ma vi risparmio i dettagli – e a maggio ci siamo trovati a dividere i sessanta-metri-quadri di cui sotto.

Se fossimo preparati o meno non lo sapevamo nemmeno noi, ma avevamo voglia di scoprirlo. Ovviamente ne abbiamo parlato, dall’alto della nostra timorosa inesperienza. Abbiamo messo le cose in chiaro: guarda che io sbavo il cuscino, io ho la mania di parlare mentre dormo, guarda che io occupo il bagno mentre gioco a Ruzzle, io mi scordo di comprare la carta igienica, io a volte mi trattengo in ufficio e arrivo tardi, io non sento la sveglia che suona la mattina… roba del genere, che naturalmente non ci spaventava nemmeno un po’.

Mi ricordo quando ho chiamato mio padre e lui mi ha detto:

“Vi conoscerete meglio e scoprirete molte cose che adesso non sapete: potrebbero essere sia belle che brutte.” Chiaro come un oroscopo.

“Papà, comunque me l’ha già detto che mette i coltelli ad asciugare dalla parte del manico.”

“Ah be’, e allora!”

I romantici sembrano tutti estinti quando parli di voler convivere. Con questo post, voglio ripristinare il romanticismo dei proverbiali due-cuori-e-una-capanna o anche, in versione twittera, #60mqx2.

Love is a risk

 

DIECI COSE BELLE CHE NESSUNO VI DICE SULLA CONVIVENZA

  1. Quel momento in cui giro la chiave nella toppa, faccio un solo giro e so di non essere sola. Non importa come sia andata la giornata, perchè la parte più bella sta per cominciare.
  2. Quando ho la febbre radioattiva e sono ridotta a uno zombie che vaga per casa in cerca di rimedi chimici di breve durata in bustine effervescenti e c’è qualcuno che dice: “Come sei carina!”
  3. Quando sollevo la testa dal laptop e vedo un marcantonio alto uno-e-novanta, che gira per casa con disinvolta nudità alla ricerca dei vestiti.
  4. Quando sto per avere una crisi di nervi, vorrei fare il mondo a pezzettini e rompere tutto con un carro armato, ma lo sguardo della persona che amo mi porta a misurare tutto con le dovute proporzioni.
  5. Quando ho un problema con la compagnia telefonica e non sono io a dover essere aggressiva.
  6. Quando mi addormento, tutte le notti.
  7. Quando mi sveglio, tutte le mattine.
  8. Quando rientro a casa stanca, affamata come un lupo, con i supermercati chiusi da un pezzo e i bangladeshani che stanno abbassando le serrande. E la cena è già pronta. Oppure la cena non è pronta, ma lui si offre di scendere a prendere due pizze, due supplì e una birrozza artigianale a cinque euro.
  9. Quando tuona e io posso fare la ragazza terrorizzata e strappare un bacio di consolazione.
  10. [Ma soprattutto] quando decliniamo la nostra vita al futuro e in due i piani non hanno ostacoli.

LOVEThESIGN, il mio nuovo coinquilino e una casa piena di cose

Black Notes by Vinyluse

Black Notes by Vinyluse

Un anno fa avevo il perfetto appartamento della ragazza single. A prova di festa con gli amici, a prova di tête-à-tête con l’amica del cuore, a prova di pizza solitaria mangiata sul tappeto davanti alla tv e, sì, anche a prova di rimorchio estemporaneo. Era il mio spazio ed era esattamente uguale a me

E adesso ho un nuovo coinquilino. Quando l’ultimo scatolone ha fatto il suo ingresso dalla porta ho capito che la mia felicità sarebbe potuta diventare la rovina del mio appartamento. Troppe cose nuove e poco tempo per metterle a posto.

Il tentativo di buttare ogni cosa dentro gli armadi a muro è risultato in un indistricabile delirio piramidale, dal quale io e Davide abbiamo facilmente dedotto che è il momento di comprare qualche nuovo mobile e complementi d’arredo vari. Giusto per non litigare su dove mettere le scarpe. E i libri. E i vestiti. E i giochi da tavolo. E le bambole. E, insomma, tutta quella roba che abbiamo accumulato negli anni come fanno le chiocciole con la propria casetta ambulante fatta di bava.

Cucchiaini Help! by Propaganda

Cucchiaini Help! by Propaganda

Servono librerie, lampade, mobili e cassettiere, più qualche oggetto di design che faccia assomigliare la nostra casa a Silvia e Davide insieme. Aggiungiamo che ci piace giocare a fare i cuochi provetti (quel cuscinetto in più sulle cosce accumulato dall’inverno ne è testimone) quindi abbiamo bisogno di strumenti per esprimere la nostra fantasia gastronomica. Facile passare da un appartamento completamente arredato a qualche stipendio da spendere per ripensare la casa.

Appendiabiti Pince Alors! by Swabdesign

Appendiabiti Pince Alors! by Swabdesign

Se avessi un coinquilino normale sarei andata all’IKEA, come fanno tutti i fidanzatini e come ho fatto anche io quando ero single – attraversando peraltro con profonda tristezza uno stuolo di coppiette pre-matrimoniali. Invece no, il mio coinquilino è un web-designer e ha più gusto estetico di una fashion blogger. Così siamo finiti su LOVEthESIGN, un e-commerce tutto italiano specializzato in oggetti di design, che vanno dall’artigianato fino ai più noti brand italiani e internazionali: dalle posate Bugatti ai favolosi camini Acquaefuoco, dalle poltrone da sogno (anche nel prezzo) di D3CO alle lampade Foscarini e FrauMaier. Sono più di cento i brand presenti, con prodotti di arredamento, complementi d’arredo, illuminazione, oggetti per la cucina e per l’arredo outdoor.

Ma, tornando alla nostra casetta, e partendo dal balcone, mi sono innamorata del Tavolino Fioriera Martialis, ovviamente nero: incastonati nel piano d’appoggio geometrico ci sono una serie di vasi rossi. Se io o il mio coinquilino fossimo dotati di pollice verde dovremmo assolutamente possederlo! Il problema è che dentro a quei vasi non vedo speranza di vita avendo già ucciso, nell’ordine: basilico, rosmarino, fiori e piante da esterno, cactus e un bonsai di ginseng. In assenza di piante potremmo scegliere altri oggetti per dare vivacità al balcone: direi che due belle poltroncine Jolly Roger di Gufram potrebbero fare al caso nostro.

In sala, aggiungerei la lampada da terra Uto by Foscarini, che vedete in foto, disponibile in tanti colori diversi: mi sembra davvero la soluzione ideale per aggiungere luminosità e calore alla sala da pranzo, mantenendone l’aspetto brioso che caratterizza il resto dell’arredamento della stanza. Che ve ne pare?

Lovethesign lampade

Lampada da terra Uto by Foscarini

Credevamo che design facesse rima con “due conti correnti in rosso”, ma abbiamo scoperto che può anche non essere così. Sulla home-page di LOVEthESIGN, infatti si possono trovare molte offerte: ad esempio dal 15 luglio al 31 agosto si può approfittare del Summer Home Party con un interessante sconto del 20% per chi realizza almeno tre acquisti. Nella sezione LOVEPROMO, poi ci sono offerte scontate straordinarie, con brand che si possono pagare fino al 55% in meno.

Un’altra possibilità interessante per chi deve acquistare casa è il pagamento a rate, che si può chiedere anche per cifre moderate e per l’acquisto di singoli articoli.

In tutto questo, mi è rimasto un piccolo oggetto dei desideri, che però nei nostri sessanta-metri-quadri-più-balconi non saprei dove mettere: l’affascinante Biocamino Nest bianco. Chissà, magari un giorno cambieremo casa, che ne dici coinquilino?

La top five dei motivi per cui non vedo l’ora di andare a vivere da sola

Casa di pan di zenzero

L’adozione felina l’ho già annunciata, quindi possiamo tranquillamente partire dal motivo numero due.

#2 Smettere di passare buona parte del week-end tra Ikea e Mondo Convenienza

E, come corollario: smettere di leggere cataloghi e di spulciare siti di arredamento low budget. Iniziare, invece, a sdraiarmi sul divano con una rivista qualunque in mano, la musica in sottofondo, le candele accese… poi fa capolino una reflex e la mia foto viene pubblicata nel prossimo catalogo Ikea. 😛

#3 Regalarmi un po’ di lentezza

Se un giorno avrò tempo per guardarmi alle spalle, mi accorgerò di aver vissuto più cose di quante potessi goderne, di aver corso troppo in un ingordo overload. La novità è darsi il tempo per rallentare. E presto avrò anche un posto dove farlo.

#3 Preparare la casetta di pan di zenzero

In questo caso una torta qualunque non è abbastanza. E poi raccolgo la sfida dei CookHunters, così se mi riesce bene faccio anche un videotutorial sulla costruzione della dolce casetta della strega.

#5 Girare per casa nuda

Volete mettere la comodità e l’estremo senso di libertà di non doversi preoccupare di chi rientra, di chi si sveglia, di chi arriva?! Ah!