Cinema (quasi) gratis a Roma: Notti di cinema a Piazza Vittorio. 8 agosto – 11 settembre: calendario & micro-recensioni

Avevo in programma di vedere un sacco di film e invece queste settimane sono state una corsa senza fine tra lavoro e cazzi vari. Così siamo già alla seconda parte del programma delle Notti di cinema a Piazza Vittorio (qui potete leggere la prima parte del programma) e io non ci sono passata nemmeno una volta. Qualcuno di voi è andato?
[Forse noterete che non ci sono “recuperi auspicabili” questo mese. non è che abbia visto tutto, è che me ne sto andando in ferie in Sardegna. ;-)]
Prezzo del biglietto (consente di vedere 2 film sullo stesso schermo):
Intero 6€ – ridotto 5€ TESSERA FEDELISSIMI: ogni 10 ingressi, 2 in omaggio!
Consigliati (io li ho visti, se voi no fareste meglio a farlo)
Il discorso del Re   Grande trionfatore agli Oscar 2011, un bla-bla movie con cuore e cervello, che colpisce per la sceneggiatura forte e le immense capacità recitative del terzetto Colin Firth – Geoffrey Rush – Helena Bonham Carter. Se il film ti incuriosisce, leggi qui la mia recensione di Il discorso del re. Lunedì 8 agosto, 20:45, lunedì 15 agosto 20:30, domenica 28 agosto 20:30 e venerdì 9 settembre 20:30, schermo Atac.
La versione di Barney Dall’omonimo romanzo di Mordecai Richler, un film che raccoglie la vita intera, le relazioni e il destino di un uomo. Con un indimenticabile Paul Giamatti. Uno dei film più emozionanti visti a Venezia 2010. Potete leggere la mia recensione de La versione di Barney qui. Giovedì 11 agosto 20:45 e sabato 10 settembre 20:30, schermo Atac.
Venti Sigarette In un anno di grande successo della commedia, il film italiano che ho amato di più (complice la visione durante la kermesse veneziana)  è probabilmente questo film drammatico: una storia triste come poche altre, ma in grado di strappare più di un sorriso, una regia che sa trattare le immagini come si dovrebbe sempre fare, un soggetto forte e due giovani attori veramente bravi (Carolina Crescentini e Vinicio Marchioni). Se volete, potete leggere qui la mia recensione di Venti Sigarette. Giovedì 11 agosto 20:45 e domenica 21 agosto 22:10, schermo d’essai.
C’è chi dice no Ancora una di quelle commedie italiane che hanno caratterizzato l’ottima annata cinematografica. Un cast molto televisivo (Luca Argentero, Paolo Ruffini, Paola Cortellesi, Myriam Catania, Marco Bocci) per raccontare uno dei vizi del mondo del lavoro in Italia: la raccomandazione. Dalla sanità alla pubblica istruzione, passando per il giornalismo: un Paese in cui se non conosci nessuno sei fottuto. Divertente ed emozionante, ma un po’ semplicistico. Venerdì 12 agosto 20:45, schermo Atac.
Inception Snobbato agli Oscar e visto dalla critica con alterni favori, Inception è certamente il film che maggiormente ha stupito il pubblico nell’ultima stagione cinematografica. Di Christopher Nolan, con un Leonardo di Caprio maturo e all’altezza del ruolo da protagonista. Clicca qui per leggere la mia entusiasta recensione. Sabato 13 agosto 20:45 e lunedì 29 agosto 20:30, schermo Atac.
The Social Network La regia magistrale di David Fincher accompagna il racconto della nascita del social network per eccellenza. Clicca qui per leggere la mia appassionata recensione. Domenica 14 agosto 20:45 e domenica 4 settembre 20:30, schermo Atac.
Una vita tranquilla Un Tony Servillo prevedibilmente impeccabile in un film molto intelligente e allo stesso tempo sconfortante sull’impossibilità di voltare le spalle al proprio passato e cambiare vita. Se volete saperne di più potete leggere per intero la mia recensione di Una vita tranquilla. Lunedì 15 agosto 20:30, schermo d’essai.
Boris – Il film Dopo tre serie, almeno due delle quali riuscite a un livello fino a poco prima nemmeno auspicabile per la serialità italiana, il film di Boris concentra e riunisce tutte le energie creative e irriverenti che hanno reso la serie un cult. Come al solito, soprattutto una scusa per rappresentare i vizi di questo Paese. Giovedì 18 agosto 20:30 e mercoledì 31 agosto 20:30, schermo Atac.
I ragazzi stanno bene Storia di una normalità fuori dal comune: la vita di una famiglia lesbica con due figli riceve uno scossone quando i ragazzi vogliono conoscere il donatore di sperma che vorrebbero chiamare padre. Una commedia intensa e divertente. Se vuoi conoscere la mia opinione leggi la recensione di I ragazzi stanno bene. Giovedì 18 agosto 22:30, schermo Atac.
Immaturi Una commedia italiana dalla freschezza sorprendente, con personaggi sopra le righe, che riescono però a cogliere bene le contraddizioni, le idiosincrasie e i difetti dei circa quarantenni di oggi, ancora sospesi tra la voglia di sentirsi ragazzini e un futuro incerto. Cast brillante con Ricky Memphis, Luca Bizzarri, Paolo Kessilogu, Ambra Angiolini, Raul Bova, Barbara Bobulova, Anita Caprioli e Alessandro Tiberi. Regia di Paolo Genovese. Lunedì 22 agosto 20:30 e mercoledì 7 settembre 20:30, schermo Atac.
La Passione Una storia dagli accenti meta-cinematografici, per risate a denti stretti sullo stato dell’arte in Italia, tra giovani registi over cinquanta, ricatti e attoruncoli viziati e personaggi di periferia. Martedì 23 agosto 20:30, schermo d’essai.
Into paradiso Una commedia velata di amarezza che esprime con leggerezza partenopea l’anima napoletana. Singolare sceneggiatura, ottimo cast. Vale sicuramente una visione, anche (soprattutto?) per chi non è mai stato a Napoli. Per sapere cosa ne penso leggi la mia recensione di Into Paradiso. Martedì 23 agosto 22:30, schermo d’essai. 
Potiche: la bella statuina Le rivendicazioni femminili tra il lavoro e l’ambiente domestico in una farsa francese divertente e sopra le righe. Con Catherine Deneuve. Per saperne di più leggi la mia recensione di Potiche. Venerdì 26 agosto 22:30, schermo Atac.
Gianni e le donne Il secondo piccolo gioiellino di Gianni Di Gregorio, una malinconica e fresca riflessione sulla vecchiaia, stagione della vita rimossa e ritardata con ogni scusa. Se vuoi sapere cosa ne penso leggi la mia recensione di Gianni e le donne. Venerdì 26 agosto 20:30, schermo d’essai.
Buried – Sepolto Uno dei film più belli, originali e interessanti dell’ultimo anno: novanta minuti con il fiato sospeso mentre tutto ciò che vediamo è un uomo chiuso in una bara. Leggi la recensione di Buried per scoprire di più sul film. Domenica 28 agosto 22:30, schermo Atac.
We Want Sex  Dalla Gran Bretagna, una commedia sociale femminista divertente e commovente. Con la mia scoperta dell’ultima annata cinematografica, l’attrice Sally Hawkins. Se sei curioso, leggi la mia recensione di We want Sex. Domenica 28 agosto 20:30, schermo d’essai.
La pecora nera  Dal popolarissimo autore/attore teatrale Ascanio Celestini un esordio cinematografico molto singolare che conserva l’anima del palcoscenico e racconta la malattia mentale in modo toccante e disarmante. Se volete sapere la mia opinione leggete la mia recensione di La pecora nera. Giovedì 1 settembre 20:30, schermo d’essai. 
Vallanzasca, gli angeli del male Il controverso film che Michele Placido ha presentato all’ultimo Festival di Venezia, con un Kim Rossi Stuart in grazia di Dio che interpreta uno dei più affascinanti criminali del nostro passato prossimo. Potete leggere la mia recensione di Vallanzasca qui. Domenica 4 settembre 20:30, schermo d’essai.
Sconsigliati (io li ho visti, ma chi non l’ha fatto non si è perso nulla)
Dylan Dog Martedì 8 agosto 22:40, schermo Atac.
*****
Vi presento i nostri  Sabato 20 agosto 22:20, schermo Atac.
*****
Amore e altri rimedi – recensione Martedì 23 agosto 20:30, schermo Atac.
***** 
Incontrerai l’uomo dei tuoi sogni Sabato 3 settembre 20:30, schermo Atac. 
*****
Kill me please recensione Venerdì 9 settembre 22:20, schermo Atac.
*****
La solitudine dei numeri primi recensione Sabato 10 settembre 22:45, schermo Atac.
Il ping pong del cinema italiano: botta e risposta con i registi
Daniele Coluccini e Matteo Botrugno Lunedì 8 agosto 20:45 schermo d’essai, dopo la proiezione di Et in terra pax.
*****
Aureliano Amadei Giovedì 11 agosto 20.45 schermo d’essai, dopo la proiezione di Venti sigarette.
*****
Pupi Avati Giovedì 18 agosto 20:30 schermo d’essai, dopo la proiezione di Una sconfinata giovinezza.
*****
Giulio Mandredonia Lunedì 22 agosto 20:30 schermo d’essai, dopo la proiezione di Qualunquemente.
*****
Luca Miniero Giovedì 25 agosto 20:30 schermo d’essai, dopo la proiezione di Benvenuti al Sud.
*****
Enrico Vanzina Lunedì 29 agosto 20:30 schermo d’essai, dopo la proiezione di Sotto il vestito niente… l’ultima sfilata.
*****
Ascanio Celestini Giovedì 1 settembre 20:30 schermo d’essai, dopo la proiezione di La pecora nera.
*****
Rocco Papaleo Lunedì 5 settembre 20:30 schermo d’essai, dopo la proiezione di Che bella giornata.
*****
Luca Argentero Giovedì 8 settembre 20:30 schermo Atac, dopo la proiezione di La donna della mia vita.
In più… Dal 6 all’11 settembre sarà possibile assistere a una selezione dei film che partecipano al Festival di Locarno (3 – 13 agosto).
Altri film che potrebbero interessarvi se, come me, non li avete ancora visti (scaricate il file con il programma qui sotto per conoscere gli orari): The Fighter di David O. Russel, Hereafter di Clint Eastwood, La bellezza del somaro di Sergio Castellitto, Parto col folle di Todd Phillips, Limitless di Neil Burger, Il gioiellino di Andrea Molaioli, Somewhere di Sophia Coppola, Stanno Tutti bene di Kirk Jones, La donna che canta di Dennis Villeneuve, Il cigno nero di Darren Aronofsky, Non lasciarmi di Mark Romanek, Biutiful di Alejandro Gonzalez Inarritu, Machete di Robert Rodriguez, Corpo Celeste di Alice Rohrwacher, Precious di Lee Daniels, Miral di Julian Schnabel, Sorelle Mai di Marco Bellocchio, Figli delle stelle di Lucio Pellegrini, Gorbaciof di Stefano Incerti, L’esplosivo piano di Bazil di Jean-Pierre Jeunet, Another Year di Mike Leigh, Wall Street – Il denaro non dorme mai di Oliver Stone… e altri ancora!

Vita da blogger: Aperitivo Indigeni Digitali a Roma

Fare l’aperitivo a costo zero nel pieno centro di Roma e rimediare pure un pacchetto di Pringles, scambiare qualche chiacchiera piacevole e magari qualche contatto utile, rilassarsi dopo una giornata in ufficio: è un duro lavoro, ma qualcuno deve pur farlo. Si tratta di (ri)portare il social networking in una dimensione face to face: una cosa che fino a un po’ di tempo fa poteva apparire scontata, ma che all’epoca di Facebook non lo è poi tanto. Fa parte della vocazione tribalizzante degli IndigeniDigitali: un gruppo di professionisti cresciuti a pane e byte, che promuovono l’incontro di idee, competenze, progetti anche attraverso una serie di eventi in tutta Italia.
Che l’aperitivo Indigeni Digitali allo 0.75 fosse una cosa per soli nerd e geek, si capiva fin dall’inizio: arrivando ho fatto check-in e c’erano 27 persone oltre me. Giusto per fare un confronto, martedì sera a San Lorenzo al concerto dei Tre allegri ragazzi morti, nonostante una piazza piena di gente, c’erano solo tre persone secondo Foursquare.
[E, sì, mi trovo perfettamente a mio agio in mezzo ad entrambi gli assembramenti umani citati.]
Ieri ho avuto l’occasione di chiacchierare dal vivo con Mario, che conosco dai lontani e gloriosi tempi di MovieZone, ma non avevo mai visto di persona. Poi ho incontrato una vecchia collega che non vedevo da una vita e abbiamo scoperto di avere un contatto comune – mi è sembrato quasi di vedere apparire la foto e il suggerimento di amicizia sulla colonna destra. Credo che se nella stanza si fosse formata una tag cloud delle parole più usate la prima a spiccare sarebbe stata lavoro, la seconda probabilmente applicazione e poi social, progetto, startup, follower e via di questo passo. In sintesi, per me è stata un’occasione interessante per rendere reali rapporti più o meno virtuali e magari aguzzare le orecchie verso nuove opportunità: sicuramente da rifare.

Cinema (quasi) gratis a Roma: Horrormovie.it, c’è un festival del cinema horror in città!

Oggi mi è arrivata una mail dall’ufficio stampa del film Bloodline, che uscirà in tutta Italia a ottobre e stasera sarà presentato in anteprima a Roma nel corso dell’Horrormovie.it Festival. Fermi tutti… cosa sta succedendo?! C’è un festival del cinema horror a Roma e io non ne sapevo niente?! Vado subito sul sito a informarmi qui. E per quelli che, come me, sono scesi dalle nuvole, ecco il programma intero e tutte le chicche della seconda edizione di questa rassegna estiva di cinema di genere.
Dove? Roma, Mini Arena Pigneto – Via Luigi Filippo De magistris, 21.
Quando? Dal 12 al 17 luglio.
Quanto costa? Bisogna fare la tessera annuale (2€), dopo di che ciascuno spettacolo costa 3€. Si può fare un abbonamento all’intero festival per 15€.
Che cosa c’è in programma?
Martedì 12 luglio
20.00 Incontro con Antonio Tentori
20.30 Incontro con Stefano Simone e presentazione film Unfacebook
21.00 Incontro con il regista Edo Tagliavini
21.30 Proiezione film Bloodline (Italia, 2011) – ANTEPRIMA, uscita prevista ad Ottobre

Una giornalista viene inviata a fare un servizio nel backstage di un porno d’autore, proprio nel luogo in cui, anni prima, sua sorella è stata assassinata da un serial killer. Dopo aver accettato l’incarico, i crimini ricominciano e per di più i morti ritornano dall’oltretomba assetati di sangue…

23.00 Incontro con il regista Antonio Micciulli

23.30 Proiezione film Tempo di reazione (Italia, 2010)

Una famiglia è confinata in casa da una nebbia assassina, fino a quando una finestra si rompe.

Nel corso della serata sarà proiettato il cortometraggio “Per sempre insieme” di Elisa Casa.

Mercoledì 13 luglio

20.00 Incontro con Daniele Francardi e presentazione del libro Terrore italiano

20.30 Incontro con lo sceneggiatore di fumetti Alessandro Bilotta 21.00 Incontro con il regista Raffaele Picchio

21.30 Proiezione film Morituris (Italia, 2010)

200 gladiatori che hanno resistito all’esercito romano ritornano dall’ombra della morte, ogniu volta che sulla terra in cui sono caduti viene versato nuovo sangue.

23.00 Incontro con Al Festa e presentazione in anteprima del film L’eremita

23.30 Notte Vintage: Proiezione cult Lo Sconosciuto (USA,1927) con accompagnamento musicale live eseguito dal Maestro Al Festa.

Film muto diretto da Tod Browning con Lon Chaney nei panni di un circense senza braccia.

Nel corso della serata saranno proiettati i cortometraggi “Matrioska” di Marcello Caroselli e “AtmosFear” di Lorenzo Giovenga.

Giovedì 14 luglio

20.00 Incontro con il regista Luigi Pastore e presentazione La fiaba di Dorian

20.30 Incontro con la scrittrice Giorgia Caterini e presentazione libro Japan Horror

21.00 Serata Underground: Incontro con i registi Lorenzo Lepori e Giovanni Pianigiani

21.30 Proiezione film I Love You Like a Twist (Italia, 2011)

E’ una formula di offesa non la puoi usare per prendere punti in tuo favore. Serve a segnare una storia che declina, è un rituale di morte,non una cosa carina.

23.00 Proiezione film Darkness Surround Roberta (Italia 2005)

Un’assassino invisibile segue una ricca donna mondana e nella sua mente deflagra la follia.

00.30 Proiezione 1°epiosdio del film Finché morte non vi separi (Italia, 2011) Nel corso della serata sarà proiettato il cortometraggio “Kenneth” di Stefano Simone

Venerdì 15 luglio

20.00 Incontro con il musicista Marco Werba

20.30 Incontro con il regista Michel Zampino

21.00 Incontro con i registi Giuliano Giacomelli e Lorenzo Giovenga

21.30 Proiezione film La progenie del Diavolo (Italia, 2010)

Uno scrittore si reca in un paesino delle Marche per approfondire la leggenda sul seme di Dio, lo spunto per il suo nuovo romanzo…

23.00 Incontro con il regista Giacomo Sabelli e proiezione documentario Argentofobia

23.40 Proiezione film Colour from the Dark di Ivan Zuccon (Italia, 2009)

Adattamento dell’omonimo racconto di Lovecraft.

Nel corso della serata saranno proiettati i cortometraggi: “Roulette Russa” di Daniele Esposito e “L’ultimo aiuto” di Roberto Varazzi.

Sabato 16 luglio

20.00 Incontro con Paolo Di Orazio e presentazione della collana a fumetti Shinigami

20.30 Incontro con il regista Domiziano Cristopharo e presentazione Hyde’s Secret Nightmare

21.00 Incontro con il regista Umberto Lenzi

21.30 Proiezione film Paranoia (Italia, 1969)

Helene viene circuita dalla nuova moglie del sue ex marito, che vuole renderla complice nell’omicidio dell’uomo…

23.30 Proiezione film La casa 3 (Italia, 1984)

Sequel italiano non ufficiale del film La casa 2 di Raimi.

Nel corso della serata sarà proiettato il cortometraggio: “Three – Pensieri malvagi” di Matteo Muzi.

Domenica 17 luglio

20.00 Premiziazione concorsi

20.30 Presentazione del trailer del lungometraggio Edema, alla presenza del regista Francesco Mirabelli

21.00 Incontro con il regista/produttore Gabriele Albanesi e i registi di Fantasmi

21.30 Proiezione film Fantasmi – Italian Ghost Stories (Italia, 2011)

Un collage cinematografico di storie di fantasmi.

23.00 Incontro con il regista Lorenzo Bianchini

23.30 Proiezione film Occhi (Italia, 2010)

Omaggio al film La casa dalle finestre che ridono.

Per chi vuole restare aggiornato giorno per giorno c’è la pagina ufficiale su Facebook e il gruppo del Festival.

Cinema (quasi) gratis a Roma: tornano le Notti di cinema a Piazza Vittorio. Calendario & micro-recensioni

Cominciano l’8 luglio, sotto le stelle della piazza più multietnica della capitale, le Notti di cinema di Piazza Vittorio, una rassegna dei più bei film della passata stagione, delle rivelazioni del recente festival di Pesaro… e non solo! Adoro queste notti perché sono ricche, variegate e per niente snob, oltre ad avere prezzi molto popolari e una location affascinante.
Prezzo del biglietto (consente di vedere 2 film sullo stesso schermo): Intero 6€ – ridotto 5€ TESSERA FEDELISSIMI: ogni 10 ingressi, 2 in omaggio!
Consigliati (io li ho visti, se voi no fareste meglio a farlo)
I Love Radio Rock
Un piccolo gioiello inglese di qualche annetto fa (2009), con un cast che gronda talento (Philip Seymour Hoffman, Bill Nighy, Kenneth Branagh, Nick Frost, Emma Thompson, Gemma Arterton) una colonna sonora ricca di meraviglie e una storia emozionante, di quelle che fanno ridere come deficienti e piangere come agnellini. Senza considerare che è uno dei rarissimi casi in cui il titolo italiano è quasi meglio di quello originale. Aprirà lo schermo d’essai venerdì 8 luglio alle 21:30.
Immaturi Una commedia italiana dalla freschezza sorprendente, con personaggi sopra le righe, che riescono però a cogliere bene le contraddizioni, le idiosincrasie e i difetti dei circa quarantenni di oggi, ancora sospesi tra la voglia di sentirsi ragazzini e un futuro incerto. Cast brillante con Ricky Memphis, Luca Bizzarri, Paolo Kessilogu, Ambra Angiolini, Raul Bova, Barbara Bobulova, Anita Caprioli e Alessandro Tiberi. Regia di Paolo Genovese. Sabato 9 luglio, 21:15 + Sabato 23 luglio, 21.15+ Giovedì 4 agosto 20:45, schermo ATAC.
Vallanzasca Il controverso film che Michele Placido ha presentato all’ultimo Festival di Venezia, con un Kim Rossi Stuart in grazia di Dio che interpreta uno dei più affascinanti criminali del nostro passato prossimo. Potete leggere la mia recensione di Vallanzasca qui. Martedì 12 luglio 21:15, schermo d’essai. + Domenica 31 luglio, 21:15, schermo ATAC.
La versione di Barney Dall’omonimo romanzo di Mordecai Richler, un film che raccoglie la vita intera, le relazioni e il destino di un uomo. Con un indimenticabile Paul Giamatti. Uno dei film più emozionanti visti a Venezia 2010. Potete leggere la mia recensione de La versione di Barney qui. Mercoledì 13 luglio 21:15, schermo d’essai. + Venerdì 29 luglio, 21:15, schermo ATAC.
Cattivissimo me Un film d’animazione che piace ai grandi, e, finalmente, anche ai bambini. Un mondo alla rovescia, con un protagonista teneramente cinico, sbruffone e antisociale. Potete leggere la mia recensione di Cattivissimo me qui. Giovedì 14 luglio, 21:15 schermo ATAC.
Across the Universe Un film meraviglioso, un viaggio nella discografia dei Beatles e nelle atmosfere dei favolosi anni Sessanta (e Settanta). Diretto dalla talentuosa Julie Taymor, un concentrato immaginifico di emozioni, bella musica e profonde intuizioni. Venerdì 15 luglio, 21:15, schermo d’essai.
Boris – Il film Dopo tre serie, almeno due delle quali riuscite a un livello fino a poco prima nemmeno auspicabile per la serialità italiana, il film di Boris concentra e riunisce tutte le energie creative e irriverenti che hanno reso la serie un cult. Come al solito, soprattutto una scusa per rappresentare i vizi di questo Paese. Domenica 18 luglio, 21:15, schermo ATAC. + Giovedì 28 luglio, 21:15, schermo d’essai cui segue l’incontro con Francesco Pannofino.
C’è chi dice no Ancora una di quelle commedie italiane che hanno caratterizzato l’ottima annata cinematografica. Un cast molto televisivo (Luca Argentero, Paolo Ruffini, Paola Cortellesi, Myriam Catania, Marco Bocci) per raccontare uno dei vizi del mondo del lavoro in Italia: la raccomandazione. Dalla sanità alla pubblica istruzione, passando per il giornalismo: un Paese in cui se non conosci nessuno sei fottuto. Divertente ed emozionante, ma un po’ semplicistico. Lunedì 18 luglio 21:15, schermo ATAC + mercoledì 27 luglio, 21:15, schermo ATAC.
Venti Sigarette In un anno di grande successo della commedia, il film italiano che ho amato di più (complice la visione durante la kermesse veneziana)  è probabilmente questo film drammatico: una storia triste come poche altre, ma in grado di strappare più di un sorriso, una regia che sa trattare le immagini come si dovrebbe sempre fare, un soggetto forte e due giovani attori veramente bravi (Carolina Crescentini e Vinicio Marchioni). Se volete, potete leggere qui la mia recensione di Venti Sigarette. Martedì 19 luglio, 21:15, schermo d’essai.
Una vita tranquilla Un Tony Servillo prevedibilmente impeccabile in un film molto intelligente e allo stesso tempo sconfortante sull’impossibilità di voltare le spalle al proprio passato e cambiare vita. Se volete saperne di più potete leggere per intero la mia recensione di Una vita tranquilla. Giovedì 21 luglio, 21:15, schermo d’essai. A seguire incontro con il regista Claudio Cupellini.
Io non sono qui Dal regista di Velvet Goldmine, Todd Haynes, un altro viaggio nella grande musica del passato. La storia di Bob Dylan reinterpretata da un prisma di personaggi diversi. Grande sceneggiatura, regia ricca di charme e interpretazioni imperdibili (tra le altre quella premiata di Cate Blanchett). Per saperne di più clicca qui e leggi la mia recensione di Io non sono qui. Venerdì 22 luglio, 21:15, schemo d’essai.
La pecora nera Dal popolarissimo autore/attore teatrale Ascanio Celestini un esordio cinematografico molto singolare che conserva l’anima del palcoscenico e racconta la malattia mentale in modo toccante e disarmante. Se volete sapere la mia opinione leggete la mia recensione di La pecora nera. Domenica 24 luglio, 22:50, schermo d’essai. + Venerdì 5 agosto, 20:45, schermo , schermo d’essai.
Rango Dalla fantasia indomabile di Gore Verbinski, la sofisticata storia di una lucertola, pretesto western per parlare di cose importanti come l’identità, le scelte che lasciano un segno, il senso di appartenenza, la vita e persino la morte. Il tutto mirabilmente punteggiato da un popolare gusto cinefilo. Per sapere qualcosa di più potete leggere qui la mia recensione di Rango. Lunedì 25 luglio, 21:15, schermo ATAC.
Into Paradiso Una commedia velata di amarezza che esprime con leggerezza partenopea l’anima napoletana. Singolare sceneggiatura, ottimo cast. Vale sicuramente una visione, anche (soprattutto?) per chi non è mai stato a Napoli. Per sapere cosa ne penso leggi la mia recensione di Into Paradiso. Martedì 26 luglio, 23:00, schermo ATAC.
In un mondo migliore Premiato al Festival del cinema di Roma, il film di Susanne Bear è un inquietante e spietato ricatto dell’infanzia (negata?) nel mondo occidentale. Riflessivo, senza che il ritmo narrativo ne debba soffrire. Se vuoi leggi la mia recensione di In un mondo migliore. Mercoledì 27 luglio, 21:15, schermo d’essai.
127 Ore Dal regista del mio film preferito, Danny Boyle, un film sublime sul rapporto tra l’uomo (essenzialmente limitato) e la natura (essenzialmente illimitata. Grande prova di recitazione per James Franco. Se vuoi leggere la mia recensione di 127 Ore clicca qui. Sabato 30 luglio, 23:10, schermo ATAC.
We want sex Dalla Gran Bretagna, una commedia sociale femminista divertente e commovente. Con la mia scoperta dell’ultima annata cinematografica, l’attrice Sally Hawkins. Se sei curioso, leggi la mia recensione di We want Sex. Mercoledì 3 agosto, 20:45, schermo d’essai.
I ragazzi stanno bene Storia di una normalità fuori dal comune: la vita di una famiglia lesbica con due figli riceve uno scossone quando i ragazzi vogliono conoscere il donatore di sperma che vorrebbero chiamare padre. Una commedia intensa e divertente. Se vuoi conoscere la mia opinione leggi la recensione di I ragazzi stanno bene. Venerdì 5 agosto, 22:30, schermo ATAC.
Gianni e le donne Il secondo piccolo gioiellino di Gianni Di Gregorio, una malinconica e fresca riflessione sulla vecchiaia, stagione della vita rimossa e ritardata con ogni scusa. Se vuoi sapere cosa ne penso leggi la mia recensione di Gianni e le donne. Sabato 6 agosto, 22:30, schermo ATAC.
Sconsigliati (io li ho visti, ma chi non l’ha fatto non si è perso nulla) Unstoppable – recensione. Venerdì 8 luglio 21:15, schermo ATAC.
Amore e altri rimedirecensione Venerdì 15 luglio, 23:00, schermo ATAC.
Il Grinta Lunedì 18 luglio, 23:00, schermo ATAC.
Incontrerai l’uomo dei tuoi sogni Giovedì 21 luglio, 22:50, schermo ATAC.
La solitudine dei numero primi – recensione Lunedì 25 luglio, 21:15, schermo d’essai. A seguire incontro con Saverio Costanzo e Alba Rohrwacher.
Vi presento i nostri Lunedì 25 luglio, 23:00, schermo ATAC
I Vicerérecensione Sabato 30 luglio, 21:15, schermo d’essai.
Recuperi auspicabili (sì, mi vergogno di non aver ancora visto alcuni di questi film)
Maschi contro Femmine Sabato 9 luglio, 23:15, schermo ATAC.
Femmine contro Maschi Martedì 19 luglio, 21:15, schermo ATAC + Martedì 2 agosto, 22:30, schermo ATAC.
Il cigno nero Lunedì 11 luglio, 21:15, schermo ATAC. + sabato 30 luglio, schermo ATAC.
Precious Sabato 16 luglio, 21:15, schermo d’essai.
Gorbaciof Sabato 16 luglio, 23:10, schermo d’essai.
La donna che canta Domenica 17 luglio, 21:15, schermo d’essai
Nessuno mi può giudicare Lunedì 18 luglio, 21:15, schermo d’essai. Segue incontro con il regista Massimiliano Bruno. + 28 luglio, 21:15, schermo ATAC. + Sabato 6 agosto, 20:45, schermo ATAC.
Somewhere Mercoledì 20 luglio, 21:15, schermo d’essai.
Biutiful Sabato 23 luglio, 21:15, schermo d’essai.
Shine a light Martedì 26 luglio, 21:15, schermo d’essai.
Il gioiellino Domenica 7 agosto, 20:45, schermo d’essai.
Il ping pong del cinema italiano: botta e risposta con i registi
Marco Bellocchio Giovedì 14 luglio, 21:15, dopo la proiezione di Sorelle mai
Massimiliano Bruno Lunedì 18 luglio, 21:15, dopo la proiezione di Nessuno mi può giudicare
Claudio Cupellini Giovedì 21 luglio, 21:15, dopo la proiezione di Una vita tranquilla
Saverio Costanzo e Alba Rohrwacher Lunedì 25 luglio, 21:15, dopo la proiezione di La solitudine dei numeri primi
Alice Rohrwacher Lunedì 1 agosto, 21:15, dopo la proiezione di Corpo Celeste
Giuseppe gagliardi Giovedì 4 agosto, 20:45, dopo la proiezione di Tatanka

Zach and Miri make a P…arty!

Domenica pomeriggio mi è arrivato l’invito della festa per l’uscita del film Zach and Miri (a proposito: l’ho visto, è carinissimo e presto scriverò la mia recensione)… Questa era la locandina dell’evento (occhio al gadget!):

Zach & Miri Make A Party

 

E chi se lo perde? [Ok, il lunedì è un giorno sfigato, con tutta la settimana davanti e il giorno dopo ultra-lavorativo… ma Immanuel Casto varrà bene qualche ora di sonno in meno, no? Due minuti dopo aver saputo della festa ero già pronta.]

Cosa serve per andare a una festa così? Qualcosa di carino da mettere, un gruppetto di amici per sdrammatizzare l’imbarazzo e un po’ di faccia tosta. Ready to go!

Che cosa succede in una festa così? Iniziamo la serata con un lucchetto al collo. Cos’è una roba bondage? Niente affatto, andiamoci piano, è una nuovo tipo di speed date: tutte le ragazze single vengono lucchettate all’ingresso e tutti i ragazzi vengono dotati di combinazione numerica. Quando inizia il gioco ogni ragazza dovrà trovare il cavaliere che sarà in grado di aprirla, per vincere un buono vacanza di 50€. E quelli che non vincono nulla? Partecipano all’estrazione finale. Ma andiamo con ordine. Lucchettata e munita di preservativi in omaggio (della serie… non si sa mai?) sono andata verso i miei amici e, soprattutto, il bar (non prestando troppa attenzione a una bancarella di giocattoli erotici). Una bella birra era indispensabile, per cominciare. Non avevo nemmeno finito di bere, che sono arrivati i VIP. Una era la pornostar Milly D’Abbraccio, che nel giro di pochi minuti tra un sorriso e una posa ammiccante ha calato il vestito aderente facendo saltare fuori due meloni al silicone. Oooops! Vietato ai minori, e non erano nemmeno le 10 di sera!

Fine del tappeto rosso, inizia il lock and speed date: sarà stata l’alta percentuale di gaiezza nell’aria, ma era evidente che quasi tutti i single presenti (me compresa) erano molto più interessati alla vacanza, che alla ricerca di un partner di vittoria. Insomma, mezz’oretta passata in allegria, con un livello erotico da festa delle elementari. La vera chicca della serata è stato Immanuel Casto: depilato e sbottonato, acclamato da gay festanti, ha soddisfatto i fan con quattro pezzi uno dietro l’altro, tra cui la cosa più casta era questa meraviglia che non conoscevo.

Earth Day Italia | Roma, Villa Borghese – 20 aprile 2011

Carmen Consoli

Earth Day 2011. A me è bastato un solo nome per dire: io ci sarò! Naturalmente, è quello della Cantantessa per antonomasia, Carmen Consoli. Non starò qui a tesserne le lodi, anche perché, in varie occasioni, l’ho già fatto. Mi basta solo suggerirvi di ascoltare la canzone Madre Terra. Io spero di risentirla live mercoledì 20 aprile, in uno dei posti più belli di Roma, il parco di Villa borgherse. Con la cantantessa ci saranno anche nomi del calibro di Ennio Morricone e Patty Smith, insieme per toccare il cuore ecologico del mondo. Il concerto sarà solo una parte dell’iniziativa: se anche voi siete tra quelli che si scandalizzano nel vedere l’inquinamento, l’incuria e l’inciviltà ambientale, scattate una foto e partecipate a io ci tengo! Volete saperne di più?

Cliccate subito sul sito Earth Day Italia per scoprire tutte le iniziative della giornata.

Caligari è in città

Caligari

Ieri sono tornata indietro di quasi un secolo. Sono tornata alla Germania espressionista, anno 1920. Dopo questo viaggio nel tempo, torno qui a dirvi le mie impressioni. In effetti, nonostante il colore, il sonoro, la computer grafica, il 3D e tutte le altre innovazioni che hanno reso il cinema un’arte iper-reale, fa ancora un certo inquietante effetto vedere Il Gabinetto del Dottor Caligari sul grande schermo, con un accompagnamento musicale pensato per l’occasione da (niente di meno che) Niccolò Ammaniti.

Le musiche selezionate dallo scrittore (che era presente in sala… a saperlo mi sarei portata uno dei suoi libri per farglielo autografare), erano un accompagnamento (quasi) perfetto per le immagini. Nonostante qualche parte un po’ invasiva (soprattutto all’inizio, quando mi sarebbe piaciuta una intro più tenue), le musiche, quasi tutte solo strumentali, rafforzavano le immagini fornendone una interpretazione sonora. Tra percussioni, rumori tribali e sonorità post-moderne, ci sono stati momenti di grande intensità e particolarmente azzeccati, come ad esempio il pezzo che ha accompagnato il primo risveglio del sonnambulo Cesare. Insomma, è un’esperienza che consiglio per la sua forza suggestiva, anche (forse soprattutto) a coloro che non si sentono “cinefili archeologi” e che hanno incontrato l’espressionismo tedesco solo sui libri. Ovviamente, anche a prescindere dal felice accompagnamento sonoro, che rappresenta il plus di questa esperienza, il Caligari resta ancora un imprescindibile caposaldo cinematografico, molto interessante anche dal punto di vista della resa tecnica.

Le invenzioni di Robert Wiene riguardo al montaggio e alla costruzione narrativa dimostrano una capacità di usare il mezzo espressivo con un incredibile ed efficace intuito.

Anche stasera, chi vuole può entrare nel Gabinetto, la vendita dei biglietti inizia alle 20:30 al Palazzo delle Esposizioni di Roma (ingresso sul retro, sopra le scale) con inizio dello spettacolo alle 21. Affrettatevi, perché ieri il Dottor Caligari ha fatto sold-out! Clicca qui per vedere il programma della rassegna Espressionismo Live.

Cortoons: a qualcuno piace… corto! Teatro Palladium – Roma

Questa settimana si svolgerà nella capitale un piccolo festival cinematografico, che ormai da otto anni cresce di anno in anno, regalando ai cinfili romani uno sguardo sull’animazione internazionale. Cortoons – il Festival Internazionale di Cortometraggi di Animazione di Roma Dal 6 al 10 aprile 2011 Teatro Palladium
Corti Sono i veri re di questo festival e provengono da tutto il mondo, non resta che scoprirli, ogni sera dalle 21:30.
Seminari Per chi vuole imparare qualcosa di più sul mondo dell’animazione è possibile partecipare gratuitamente ai seminari organizzati da Cortoons. Attenzione, per prenotarvi contattate questo mail: prenotazioni@cortoons.it.
6 aprile, h. 17:00: animazione con la plastilina, con Stefano Argentero.
7 aprile, h. 17:00: introduzione alla stereoscopia 3D, NUCT.
8 aprile, h. 17:00: case history di una serie pilota realizzata in 3D, Mbanga Studio.
9 aprile, h. 17:00: Creative 3D, applicazione della comuputer grafica, Digilie School.
10 aprile, h. 17:00: animazione da Flash ad After Effect, Centrifuga.net.
Non solo corti Gli amanti dell’animazione indie saranno felici di sapere che in concorso quest’anno ci saranno anche tre lungometraggi che hanno incantato il pubblico durante l’ultima stagione cinematografica:

  1. L’illusionista, di cui trovate la mia recensione qui.
  2. The Fantastic Mr. Fox di quel simpatico genio di Wes Anderson, che mi sono persa quando è uscito… e approfitterò del festival per recuperarlo!
  3. 9 di Shane Acker, un cartone animato post-apocalittico che ha come protagonista una bambola di pezza. Anche questo: da recuperare!

Vi rimando al sito di Cortoons per avere tutte le informazioni che vi servono.

Espressionismo Live, oggi a Roma – Palazzo delle Esposizioni

Espressionismo liveSei film appartenenti all’espressionismo tedesco sonorizzati live con le selezioni musicali di sei autori italiani (cinque romanzieri e un disegnatore di fumetti). Al Palazzo delle esposizioni di Roma da oggi al 17 aprile tornano gli anni Venti, al prezzo di 4 euro per ciascuno spettacolo (3 per i possessori della membership card). Io questi film li ho visti sullo schermo del PC, in versioni di fortuna raccattate alla buona tramite la Rete e non mi dispiace affatto l’idea di poterli finalmente vedere come Dio comanda.
Ecco il programma, prendete carta e penna!
5 e 6 aprile, h. 21:00
Il Gabinetto del Dottor Caligari
R. Wiene, Germania, 1920
Selezione musicale di Niccolò Ammaniti.
7 e 8 aprile, h. 21:00
Dal mattino a mezzanotte
K. Heinz Martin, Germania, 1920 Selezione musicala di Igort.
9 e 10 aprile, h. 21:00
Lulù – Il Vaso di Pandora
G. W. Pabst, Germania, 1928 Selezione musicale di Letizia Muratori.
12 e 13 aprile, h. 21:00
Il Golem – Come venne al mondo
P. Wegener, C. Boese, Germania, 1920 Selezione musicale di Nicola Lagioia.
14 e 15 aprile, h. 21:00
Il Gabinetto delle Figure di Cera
P. Leni, L. Birinski, Germania, 1923 Selezione musicale di Simone Caltabellota.
16 e 17 aprile, h. 21:00
Faust
F. W. Murnau, Germania, 1926 Selezione musicale di Tommaso Pincio.

Dei Piccoli Filmfestival

Le avventure di SammyArriva dicembre e fa davvero freddo fuori per una bella passeggiata al parco con i bambini, ma una valida alternativa agli acquisti natalizi al centro commerciale c’è, ed è decisamente cheap! Dall’8 al 15 dicembre al Cinema dei Piccoli a Villa Borghese ci sarà un piccolo festival del cinema dedicato ai bambini, l’ingresso è aperto al pubblico e costa appena 3 euro.

Ecco gli eventi più interessanti:

  1. Le avventure di Sammy, in anteprima il 12 dicembre alle 10:30 e alle 12:00. L’epico viaggio nei fondali oceanici di una tartaruga scopre i problemi del pianeta e trova l’amore.
  2. La prima volta al cinema: fiabe per i piccolissimi. Tanti racconti tradizionali per i baby-spettatori sotto il metro d’altezza. Vari orari.
  3. Nel Paese delle creature selvagge di Spike Jonze. La storia di un bambino di otto anni che scappa di casa e approda in un’isola abitata da creature favolose. Giovedì 9 dicembre, alle 17:15.
  4. Astro Boy di David Bowers. Un piccolo eroe un po’ robot e un po’ bambino e la sua complessa presa di coscienza. Mercoledì 8 dicembre, alle 18:00.
  5. Aida degli alberi di Guido Manuli. Il film d’animazione ecologista italiano che rilegge l’opera di Giuseppe Verdi. Mercoledì 8 dicembre, alle 16:20 e Lunedì 13 dicembre alle 17:00.
  6. Pulcinella tra cinema e teatro. Mercoledì 8 dicembre, alle 15:00.
  7. Le avventure di Pinocchio. Per i nostalgici: lo sceneggiato televisivo di Luigi Comencini, interpretato da Nino Manfredi nei panni di Geppetto e Gina Lollobrigida nei panni della Fata Turchina. Sabato 11 dicembre, alle 16:30.
  8. Porco Rosso di Hayaho Miyazaki. Già rivisto al Festival Internazionale del cinema di Roma, un classico dell’animazione giapponese. Mercoledì 15 dicembre, alle 18:45.
  9. Viaggio in paradiso di Fred C. Newmeyer. Il capolavoro del cinema muto interpretato da Harold Lloyd con l’accompagnamento al pianoforte del Maestro Antonio Coppola. Sabato 11 dicembre, alle 15:40.
  10. Io e Vincent di Michael Rubbo. L’incontro, tra sogno e realtà, di una tredicenne appassionata di pittura con l’artista Vincent Van Gogh.