Oceano mare: poesia sulla poesia

Oceano mareOceano mare di Alessandro Baricco, Universale Economica Feltrinelli

L’acqua – e il mare per estensione, ancor più l’oceano – è l’elemento più misterioso e silenziosamente potente del mondo. Baricco racconta questa potenza – con il suo stile mutevole, ma sempre suadente – intrecciando piccole storie umane: storie che si scorrono fino a girare vorticosamente, fondersi e risolversi in modo incantevole e anche imprevedibile. Quando avrete finito questo libro vi mancheranno i suoi protagonisti: l’eterea Elisewin, il goffo Bartlebloom, la romantica Anne Deverià e, più di tutti, l’ermetico e asciutto Thomas. Questo libro incarna il mistero del mare, quello dell’amore e quello della vita stessa.

Quo vadis? Alessandro Baricco: Oceano mare

Oceano mare

Poi non è che la vita vada come tu te la immagini. Fa la sua strada. E tu la tua. E non sono la stessa strada. Così… Io non è che volevo essere felice, questo no. Volevo… salvarmi, ecco: salvarmi. Ma ho capito tardi da che parte bisognava andare: dalla parte dei desideri. Uno si aspetta che siano altre cose a salvare la gente: il dovere, l’onesta, essere buoni, essere giusti. No. Sono i desideri che salvano. Sono l’unica cosa vera. Tu stai con loro e ti salverai.

Alessandro Baricco, Oceano mare