Per Sofia: lirica aria sarda

Per SofiaPresentato a Roma in occasione del Premio Opera Prima all’Isola del cinema, Per Sofia è l’esordio promettente di Ilaria Paganelli, che presenta sprazzi di commuovente, autentic a e grande umanità incastonati in un film semplice e ancora acerbo. A metà tra due dimensioni temporali, il presente e il secondo dopoguerra, il lungometraggio racconta il viaggio esistenziale di un giovane violinista, che tra i paesaggi più vergini della Sardegna riconquista la propria serenità, trova ispirazione per comporre e lega il suo destino a quello di una donna vissuta cinquanta anni prima. Singolarmente metatestuale la prima scena che ci immette nel racconto con una carrellata che passando per il palcoscenico entra nei camerini di un teatro…

Ho scritto questa recensione per Cineclick: continua a leggerla.
Indicazioni terapeutiche: fresca aria di mare, in un’opera prima sognante e un po’ naif. Indicato agli amanti della Sardegna e dei suoi misteri.